Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies
Categorie Blog
Ufficio Camerale

Hai bisogno di una Visura Camerale o Protesti? Oppure vuoi verificare il Bilancio di un'azienda? Su Ufficio Camerale trovi Visure e Certificati Camerali, Durc, Visure Protesti, Firma Digitale e tanti altri servizi per imprese, professionisti e cittadini.
Acquista e scarica in tempo reale un mondo di visure e certificati online.

Scopri di più
Ufficio Postale

Invia Raccomandate, Telegrammi e tutta la tua posta direttamente online!
Vai sul sito di Ufficio Postale, scegli il prodotto, inserisci mittente/destinatario e carica il pdf o scrivi il tuo messaggio. La tua corrispondenza sarà spedita da Poste Italiane e potrai completare la richiesta comodamente da casa.

Scopri di più

Domicilio Digitale per le Persone Fisiche

Data: 03 Marzo 2022
Tempo di lettura: 3 min

Il domicilio digitale è l'indirizzo virtuale a cui ricevere tutte le comunicazioni della Pubblica Amministrazione e che andrà progressivamente ad affiancare e forse sostituire il domicilio fisico presso cui fino adesso eravamo abituati a ricevere tutte le raccomandate con mittente PA.

Nel processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione il domicilio digitale rappresenta un passaggio molto importante per la rapidità e sicurezza della comunicazione, per la certezza della consegna e anche perché dovrebbe rappresentare un importante risparmio per lo Stato.
Sarà possibile eleggere un domicilio digitale per privati, imprese, professionisti.

Il domicilio digitale è obbligatorio?

Il domicilio è attualmente obbligatorio esclusivamente per Imprese e Professionisti. Per le imprese il domicilio digitale coincide con l'indirizzo PEC comunicato al Registro Imprese. Per tutte le imprese costituite in forma societaria o individuale non è sufficiente avere attivato una PEC ma sarà necessario comunicarla secondo le procedure previste al Registro Imprese. 

L'obbligatorietà del domicilio non vige solo per le aziende ma anche per i professionisti. In questo caso però i professionisti dovranno comunicare il proprio domicilio digitale non al Registro delle Imprese a cui non sono iscritti ma agli Albi e Ordini di appartenenza.

E per i privati è obbligatorio il domicilio digitale?
No, nonostante sia in discussione la possibilità di estendere l'obbligatorietà anche ai privati attualmente non è previsto. Qualsiasi persona fisica che abbia compiuto il diciottesimo anno di età e che abbia la capacità di agire potrà attivare il proprio domicilio digitale.

Come funziona il domicilio digitale per i privati?

Il domicilio digitale è attualmente identificato con un indirizzo elettronico eletto presso un servizio di posta elettronica certificata o un servizio elettronico di recapito certificato qualificato. L'indirizzo PEC per "diventare" domicilio digitale però dovrà essere comunicato in caso di imprese al Registro delle Imprese, di professionisti al proprio Albo o Ordine, invece in caso di privato dovrà essere registrato presso l'Indice Nazionale dei Domicili Digitali (INAD).

A cosa serve?

Il domicilio eletto dalle persone fisiche può essere utilizzato non solo per tutte le comunicazioni con la pubblica amministrazione ma anche per le altre comunicazioni a valore legale dalle disdette alle comunicazioni professionali, etc.

Quali vantaggi hanno i privati ad eleggere un domicilio digitale?

I privati hanno vantaggi speculari a quelli della Pubblica Amministrazione, eleggendo un domicilio digitale infatti i privati avranno la certezza dell'invio e della ricezione dei messaggi, la velocità garantita dalla posta elettronica e il risparmio garantito dall'attivazione di una PEC rispetto all'invio di singole raccomandate A/R

Domicilio Digitale per le Persone Fisiche

Post ed Articoli Correlati